Come fare il bucato in lavatrice 10 passaggi

Come fare il bucato in lavatrice? Al giorno d’oggi è sicuramente molto più semplice di un tempo: i tessuti studiati per resistere ai continui lavaggi, i detersivi meno aggressivi e le lavatrici moderne con impostazioni apposite per non rovinare i capi ,sono sicuramente un vantaggio rispetto a diversi anni fa.

Tuttavia non tutti sanno come fare il bucato, sopratutto quando si va a vivere da soli, per questo abbiamo creato una semplice guida in 10 passaggi che ti aiuterà i principianti a capire le basi su come fare il bucato, ottenere ottimi risultati e soprattutto evitare di fare danni.

Allora siete pronti? Iniziamo!

1. Leggere l'etichetta

Come saprai ogni tessuto ha delle caratteristiche diverse, che si tratti di fibre naturali, come cotone e lana, oppure di fibre sintetiche, come nylon e poliestere, ogni stoffa richiede temperature, tecniche di lavaggio e detersivi diversi. Questo non vuol dire che devi avere tanti tipi di detersivo, ma solo che devi prestare attenzione a quale detersivo scegliere e a quale quantità utilizzare per ciascun bucato.

Prepara una piccola cesta e separa tutti i vestiti che vanno lavati separatamente oppure a mano: sono i più delicati quindi prestaci particolare attenzione.

Prepara un ulteriore cesta dove separare tutti i vestiti che vanno lavati a secco: mi raccomando, se l’etichetta indica espressamente il lavaggio a secco, dagli retta!

Capisco che si tratta di un lavoro palloso 😉 specialmente quando si tratta di lavare a mano, ma tranquillo! C’è un modo per evitarti tutto questo: puoi semplicemente eliminare il problema alla fonte in fase di acquisto. Prima di acquistare qualsiasi indumento o biancheria per la tua casa controlla l’etichetta e scarta quei capi che ti darebbero noia quando si tratterà di lavarli.

2. Comincia a separare i vestiti per colore

Ok è arrivato il momento di cominciare a separare i vestiti per colore. Si tratta della cosa più importante,serve per evitare che i capi colorati stingendo macchino i capi più chiari. 

Si tratta di un lavoro molto semplice che abbiamo riassunto in 3 punti:

  1. Bianchi, e i capi chiari in generale, come i grigi chiari e le stampe di sfondo bianco.
  2. I vestiti dai colori scuri come i blu, rossi (il colore tra i peggiori) i neri, i marroni e i grigi molto scuri.
  3. I vestiti parecchio sporchi andrebbero separati e lavati a parte.

3. Separa i vestiti per tessuto

Lo so, non tutti sono  abituati a farlo, ma dividere i capi per tessuto serve per poter impostare uno stesso ciclo di lavaggio. La divisione ottimale è:

  • Biancheria: asciugamani, accappatoi lenzuola, tovaglie possono essere lavati a temperature più alte, senza rischi. Separali dai vestiti
  •  Jeans, magliette felpe e maglioni: puoi lavarli insieme,
  • Camicie e camiciette: altra categoria, di solito sono i capi che vanno lavati con i cicli più delicati, per evitare di rovinarli
Ovviamente se avete poco bucato da fare potete tranquillamente evitare questo punto, avendo però l’accortezza di scegliere il tipo di lavaggio più delicato. Se avete tante cose da lavare e dovete preparare più lavatrici, usate questa accortezza.

4. Il detersivo

Scegli un detersivo non troppo aggressivo e adatto a tutti i tipi di vestiti, e versalo nell’apposito cassettino. 

Molti fanno l’errore di aggiungere il detersivo direttamente nel cestello, ma questo impregnerà vestiti, e renderà davvero difficile rimuovere i residui di detersivo. 

Se proprio non puoi fare a meno di metterlo direttamente sui vestiti, abbi l’accortezza di diluirlo prima in acqua, in modo da facilitare il risciacquo.

5. Temperatura e ciclo di lavaggio

Bene, siamo finalmente giunti al lavaggio. Se imposti correttamente la lavatrice eviterai di rovinare i tuoi capi. Ecco alcuni semplici punti che ti aiuteranno a fare la scelta giusta:

  • Il lavaggio a freddo è sicuramente il metodo più sicuro per pulire i tuoi vestiti.
  • Lenzuola, biancheria intima, asciugamani ed in generale tutti i capi a stretto contatto con la pelle vanno lavati alla massima temperatura consigliata, questo per sciogliere il grasso che normalmente il corpo produce, ed essere sicuri che i capi siano ben disinfettati.
  • I cicli più aggressivi vanno bene per tessuti pesanti come i jeans e asciugamani.
  • Utilizza i cicli delicati per i capi che lo richiedono e in generale per quelle cose che non hai la sicurezza di come vanno lavate.
  • Qualunque ciclo di lavaggio imposterai prediligi sempre il risciacquo a freddo.

6. Un ultimo controllo

Pensavi di poter finalmente avviare la lavatrice? Mi spiace deluderti, ma ci sono ancora un paio di accortezze che devi prendere per stare tranquillo:

  • Controlla le tasche: sembra sciocco ma è un controllo che devi fare sempre!
  • Tira su le zip di felpe e jeans: eviterai che si impiglino ad altri capi causando danni.
  • Sbottona completamente camicie: occhio anche a polsini e colletti., questo impedirà di rovinare le asole.

7. Carica la lavatrice

Finalmente dopo 7 punti è arrivato il momento di lavare i vestiti!

Allora poche semplici regole:

  • Non caricare troppo il cestello: se la lavatrice è troppo piena la biancheria non avrà spazio per rivoltarsi e lavarsi correttamente
  • Rovescia i capi più scuri e le maglie: piccola accortezza che eviterà di far sbiadire i colori.

8. Svuota la lavatrice

Abbiamo quasi fatto! Una volta finito il ciclo di lavaggio svuota la lavatrice il prima possibile evitando di lasciare i panni a ristagnare, eviterai la formazione di muffe o la proliferazione di batteri. 

Infine, se intendi utilizzare un asciugatrice vai al prossimo punto, altrimenti se intendi asciugare il bucato al sole passa direttamente al punto 10

9. Attenti all'asciugatrice!

Per l’asciugatrice giusto un paio di consigli: separa i capi pesanti (asciugamani, accappatoi….) dai capi più leggeri, per avere un’asciugatura uniforme.

Attenzione soprattutto a selezionare la corretta temperatura per ogni carico, per evitare che i vestiti più delicati si restringano.

10. Stirare e piegare

Piega i capi non appena finito il ciclo di asciugatura, sarà più facile eliminare grinze e pieghe.

Ovviamente quando necessario utilizza un buon ferro da stiro!

1 commento su “Come fare il bucato in lavatrice 10 passaggi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *