Come lavare le mascherine di stoffa

Come lavare le mascherine di stoffa

Come lavare le mascherine in stoffa

Molte aree raccomandano di indossare maschere per il viso per evitare la diffusione del COVID-19, la malattia causata dal coronavirus che ha portato alla pandemia globale.

Se sei qui probabilmente hai acquistato delle mascherine lavabili in cotne e ora ti stai chiedendo come lavare le mascherine in stoffa.

Di quante mascherine ho bisogno?

Si tratta di una domanda legittima, e il mio consiglio è di avere sempre a disposizione almeno un paio di mascherine pulite al giorno. 

Vi ricordo infatti che una mascherina in cotone, se indossata per troppo tempo o addirittura per più giorni di seguito, diventa un vero e proprio ricettacolo di batteri, virus e inquinamento.

Inutile dirvi che questo stando a pochi centimetri da bocca e naso dovete sempre assicurarvi che le vostre mascherine siano sempre perfettamente pulite e sanificate.

Si possono lavare le mascherine?

Ovviamente non si possono riutilizzare tutte le mascherine, ma solo quelle in tessuto appositamente prodotte per essere lavate e sterilizzate. Sono quindi escluse tutte le mascherine usa e getta, e in generale tutte le protezioni per il viso non progettate per essere riutilizzate.

Come lavare le mascherine in lavatrice

Potete tranquillamente lavare le vostre mascherine riutilizzabili in lavatrice. 

Utilizzate una temperatura di almeno 60° per igienizzarle correttamente. A differenza degli altri capi di abbigliamento, consigliamo di asciugarle al sole per velocizzare al massimo l’asciugatura, evitando una possibile prolificazione batterica.

Per non rovinare le mascherine assolutamente evitate di stirarle (potreste rovinare il tessuto) e non mettetele in asciugatrice.

Dopo una decina di lavaggi consiglio di cambiare la mascherina, dato che i continui lavaggi potrebbero rovinare i tessuti e la trama della mascherina stessa.

Una volta lavate e perfettamente asciugate, conservatele in un sacchetto di plastica e non tenetele direttamente a contatto con l’aria.

Come lavare le mascherine a mano

Se non volete usare la lavatrice potete lavarle e disinfettarle a mano con della candeggina, riportiamo i passaggi presi direttamente dal Centres of Disease Control and Prevention (centri di controllo e prevenzione delle malattiee di cui se volete potete trovarl’articolo originale in inglese qui.

  • Controlla l’etichetta per vedere se la candeggina acquistata sia adatta alla disinfezione. Alcuni prodotti a base di candeggina, come quelli per un uso vestiti colorati, potrebbero non essere adatti alla disinfezione.
  • Utilizza una candeggina contenente ipoclorito di sodio dal 5,25% all’8,25%. Non utilizzare un prodotto candeggina se la percentuale non è in questo intervallo o non è specificata.
  • Assicurati che il prodotto a base di candeggina non abbia superato la data di scadenza. Non mescolare mai la candeggina per uso domestico con ammoniaca o altri detergenti.
  • Effettua queste operazioni in un luogo areato

Preparare una soluzione di candeggina mescolando:

  • 5 cucchiai (1/3 di tazza) di candeggina dal 5,25% all’8,25% per litro di acqua a temperatura ambiente oppure
  • 4 cucchiaini di candeggina dal 5,25% all’8,25% per litro di acqua a temperatura ambiente
Fatto questo non vi resta che lavare la mascherina seguendo questi 3 semplici passaggi:

  1. Immergi la maschera nella soluzione di candeggina per 5 minuti.
  2. Sciacqua accuratamente la maschera con acqua fredda o a temperatura ambiente.
  3. Assicurati di asciugare completamente la maschera dopo il lavaggio.

Come vedete è un’operazione molto semplice, assicuratevi solo di avere la candeggina adatta allo scopo e che la diluizione sia corretta.

Spero di esservi stato d’aiuto in questo momento difficile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *